ᐅ Il miglior peeling facciale del 2020!
Prodotti

ᐅ Il miglior peeling facciale del 2020!

Il miglior peeling facciale del 2020 – Test di sintesi, confronto e consigli per l’acquisto

Troverete qui :

Un riassunto dei test del miglior peeling facciale da riviste autorevoli con i diversi vincitori, oltre a informazioni, consigli per l’acquisto, consigli per l’acquisto, confronti e molto altro ancora per aiutarvi a trovare l’articolo ideale per le vostre esigenze.

Volete sapere qual è il miglior peeling facciale?

Allora questo è il posto giusto per te. Nell’ambito di questa valutazione comparativa, esaminiamo prodotti di peeling selezionati e rispondiamo a molte domande sull’uso e sugli effetti. Prima viene il riassunto con i tre peeling facciali più grandi, poi i dettagli della funzione e dell’applicazione.

Ecco i 3 migliori peeling facciali del 2020:

Come può funzionare il miglior peeling facciale?

Utilizzando il miglior peeling facciale, lo strato superiore della pelle viene rimosso – meccanicamente o chimicamente, a seconda della forma del peeling. Questa pulizia completa della pelle rimuove le particelle di pelle morta, che giacciono come uno strato di zavorra sulla pelle.

Quali sono i tipi di cappotto?

Ci sono due metodi di base per sbucciare lo strato superiore della pelle – meccanicamente e chimicamente. Le bucce meccaniche contengono particelle abrasive che vengono utilizzate per trattare lo strato superiore della pelle. La loro granulometria varia a seconda del prodotto ed è per questo motivo che le bucce meccaniche sono talvolta più o meno aggressive.

Oggi le bucce chimiche, che spesso contengono acidi della frutta, sono molto popolari. Con questi acidi, lo strato superiore della pelle viene rimosso – a seconda della concentrazione di acidi, a volte più, a volte meno intensamente.

Ci sono anche delle bucce chimiche aggressive per il viso che funzionano con il fenolo invece che con l’acido della frutta, ma non affrontiamo questo problema in questo confronto.

Noi, invece, ci dedichiamo interamente alle bucce del viso con gli acidi della frutta. Secondo le attuali scoperte cosmetiche e scientifiche, rappresentano un metodo delicato ma molto efficace contro le impurità della pelle e l’invecchiamento precoce della pelle.

Cosa fa la migliore buccia facciale con gli acidi della frutta?

Gli acidi della frutta rimuovono delicatamente lo strato superiore della buccia. Grazie alle loro piccole dimensioni molecolari, possono anche penetrare nelle strutture cutanee più profonde e rimuovere le particelle morte.

Rimangono cellule cutanee nuove e attive, che si moltiplicano più intensamente e rinnovano così la struttura superiore della pelle dall’interno verso l’esterno.

La rimozione delle cellule morte non solo rinfresca la carnagione, ma aumenta anche la capacità della pelle di assorbire i prodotti per la cura della pelle.
Ciò è dovuto al fatto che la cornea rappresenta una certa barriera naturale. Impedisce l’assorbimento ottimale dei componenti attivi della cura da parte dell’epidermide.

I prodotti applicati hanno uno spessore d’effetto molto minore, rimangono solo sulla superficie della pelle e talvolta evaporano senza il risultato desiderato.
La migliore buccia facciale acida alla frutta non è quindi solo efficace contro la pelle del viso pallida e secca, ma viene anche utilizzata per ridurre le rughe e i danni causati dal sole.

Viene anche usato nel trattamento dei pori dilatati e dell’acne – tutto ciò che ha un’influenza a lungo termine sull’aspetto della pelle.

Con quale frequenza deve essere utilizzata la migliore buccia facciale acida alla frutta?

Iniziare la lavorazione con il tonico non concentrato in modo che la pelle si abitui ad esso. Come primo passo, si consiglia una scorza di acido glicolico con una concentrazione di 5 % (ad esempio il nostro prossimo prodotto).

Quando la buccia è ben accettata dall’epidermide, l’intensità può essere aumentata, sia in termini di frequenza d’uso (aumento a 3-4 volte alla settimana) e la concentrazione di principi attivi (aumentare fino a 10% acidità, come nel caso del nostro vincitore del test).

Va ricordato che i primi effetti visibili dei peeling AHA può essere osservato solo dopo 5-6 settimane. Si dovrebbe quindi essere abbastanza pazienti e non sovraccaricare la pelle all’inizio del trattamento. Intensificate invece l’applicazione lentamente e sempre – in armonia con il vostro benessere.

Il primo passo dovrebbe essere sempre una pulizia profonda della pelle, preferibilmente con un detergente delicato per il viso per pelli sensibili. Il toner AHA può essere utilizzato non solo sul viso, ma anche sul collo e sul décolleté, se necessario. Sta a voi decidere.
Il toner non viene lavato o neutralizzato.

Poi continuare solo con una cura extra – prima di tutto con una fantastica crema idratante. Una combinazione di crema peeling AHA e crema di retinolo (vitamina A) nonché vitamina C ha un effetto anti-invecchiamento ancora più forte.

Quando la buccia viene esposta al sole dopo la buccia di acido della frutta, si dovrebbe applicare una fantastica protezione solare.

Cosa devo considerare quando acquisto la migliore buccia facciale acida alla frutta?

Quando si acquista una buccia di frutta acida, la concentrazione di acido gioca un ruolo importante. Si dovrebbe iniziare con un contenuto acido di 5 %e poi aumentarlo a circa 10 % se è ben tollerato.

L’effetto composto dell’acido glicolico è maggiore in una gamma di 5 à 10 %. Un’acidità inferiore a 2 % può essere accettabile all’inizio, ma col tempo questo valore potrebbe essere troppo basso.

D’altra parte, una concentrazione significativamente più alta può avere effetti negativi sulla pelle se non viene usata correttamente. Inoltre, questi peeling cutanei aggressivi devono essere neutralizzati per evitare possibili danni alla pelle.

Se questo valore è vicino al valore pH pelle (circa 5,5), non c’è praticamente nessun effetto peeling. Si dovrebbe optare per una buccia AHA con un valore pH tra 3 e 4. Quindi questa è la cosa che funziona meglio.

Criteri di acquisto : Sulla base dei fattori, è possibile confrontare e valutare il peeling del viso.

Di seguito vi mostreremo quali aspetti potete scegliere tra la moltitudine di potenziali peeling.

I criteri con cui potete trovare il vostro gesso adatto sono i seguenti:

  • Quantità
  • Tipo di pelle
  • Effetto
  • Ingredienti

Nei paragrafi seguenti spiegheremo ciò che è importante con tutti i singoli criteri.

Quantità

Secondo il produttore, è possibile utilizzare il miglior peeling facciale in altri modi. Se si guarda quante volte è possibile utilizzarlo, si può stimare approssimativamente quanto tempo è possibile continuare le applicazioni.

Tipo di pelle

La scelta di un peeling adatto dipende dal tipo di pelle e dalla sensibilità. Come si può vedere nel segmento conclusivo, ci sono bucce enzimatiche, meccaniche e chimiche.

Effetto

La scelta dipende anche dall’effetto che si vuole ottenere. Se si vuole purificare la pelle in profondità e favorire la circolazione per un viso più fresco, i processi naturali di peeling meccanico e di peeling enzimatico sono adeguati.

Se anche voi volete ottenere radiazioni e lisciare la pelle, combattere lo scolorimento o forse lisciare il tessuto cicatriziale, allora è meglio prendere una buccia chimica, come le bucce di acido della frutta che sono ampiamente utilizzati.

Ci sono anche forme miste di peeling che uniscono alcune conseguenze positive.

Ingredienti

Se siete allergici a qualcosa, dovete assicurarvi che non ci siano potenziali fattori irritanti in un’esfoliazione. Le esfoliazioni meccaniche, ad esempio, possono contenere anche gusci di noce granulata.

In generale, si dovrebbe anche fare in modo che non ci siano additivi non necessari che possono essere assorbiti attraverso la pelle o che potrebbero ostruire i pori. Pertanto, scegliere il più possibile un prodotto biologico.

Aneddoti: Cosa c’è da sapere sul miglior peeling facciale

Come applicare la buccia sul viso?

Pulire accuratamente il viso prima di applicare un peeling e rimuovere eventuali residui di trucco. Seguire le istruzioni del produttore per quanto riguarda il numero di applicazioni e le singole istruzioni per l’uso. È possibile applicare una buccia ogni quattro settimane.

Il peeling è la base ideale per una maschera nutriente, perché l’umidità e i principi attivi nutrienti possono essere facilmente assorbiti dalla pelle.

Quanto può durare il miglior peeling facciale?

Se si acquistano prodotti, è necessario prestare attenzione alle istruzioni del produttore. Di solito si può vedere un piccolo simbolo sul retro con l’indicazione del mese e di quanto tempo il prodotto deve essere utilizzato dopo l’apertura.

Non tenete la buccia “fatta in casa”, usatela solo appena preparata. Si deteriora rapidamente e i batteri che possono essersi accumulati durante l’ultimo trattamento possono aver già proliferato.

0 0 voter
Évaluation de l'article

You may also like...

S’abonner
Notifier de
guest
0 Commentaires
Inline Feedbacks
View all comments